top of page

ANALISI TRANSAZIONALE (AT).

L'Analisi Transazionale (AT), ideata e poi gradualmente sviluppata da Eric Berne (1910-1970) e collaboratori tra il 1949 ed il 1970, è una forma di Psicoanalisi:

  • fortemente orientata in senso relazionale e pragmatico, il che significa che, ferma restando una forte attenzione al mondo intrapsichico dei pazienti, non ci si ferma ad esso ed anzi viene data piena dignità anche al mondo delle interazioni sociali;

  • dotata di un approccio filosofico di tipo umanistico: ciò significa che:

  1. la concezione di base dell'essere umano è fiduciosa e benigna: il cliente non è solo un portatore di sintomi e problemi; al contrario, gli viene riconosciuto un grande potenziale evolutivo e trasformativo;

  2. di conseguenza, l'obiettivo non è togliere la patologia (con i suoi sintomi) bensì raggiungere un pieno stato di benessere e armonia.

I più grandi punti di forza dell'AT sono:

  • il continuo aggiornamento del suo (ormai immenso) corpus teorico ed operativo: dopo la morte di Berne, intere generazioni di analisti transazionali hanno instancabilmente lavorato al raffinamento e all'ampliamento delle teorie e tecniche impiegate in AT. Il risultato è che ad oggi l'AT vanta un tale patrimonio di conoscenze e competenze da essere in grado di coprire ogni ambito dell'esistenza umana;

  • il linguaggio accessibile e pratico: l'AT è complessa perché estremamente vasta, ma non è difficile in virtù del fatto che si avvale di una terminologia intuitiva e radicata nel quotidiano. Già Berne affermava che un terapeuta, per poter essere efficace, doveva esprimersi in un modo tale da poter essere compreso anche da un bambino di 5 anni;

  • l'efficacia nel fare da ponte tra il sociale e l'intrapsichico: le teorie e metodologie AT permettono al cliente di toccare con mano, in "presa diretta" ed in prima persona, il modo in cui la sua vita interiore impatta sulle sue relazioni e viceversa.

 

In virtù di quanto esposto sinora, l'Analisi Transazionale è idonea per trattare ogni tipo di disagio (affettivo/relazionale, esistenziale, psichico). Per ulteriori approfondimenti, puoi fare riferimento al mio Articolo "La relazione come cardine della motivazione umana" in cui trovi illustrati i punti più salienti della teoria motivazionale analitico-transazionale.

bottom of page